Mese: aprile 2016

Eventi a Napoli dal 2 all’8 maggio.

ecco tutti gli eventi a napoli: come ogni anno,  ritorna il tanto atteso Maggio dei Monumenti a Napoli… e con esso le innumerevoli iniziative di cui godere in città.

Inaugurata sabato 2 aprile e visitabile fino al 6 giugno 2016, la mostra dell’artista Adrian Tranquilli, ‘Giorni di un futuro passato’, visitabile presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Australiano di nazionalità, è noto al pubblico principalmente per le sue opere riguardanti i supereroi, che per l’evento saranno esposte in un affascinante contrasto con i reperti classici del museo. Le opere di Tranquilli saranno, infatti, accostate alle statue appartenenti alla Collezione Farnese, il tutto parte di un percorso espositivo che si divide tra le Gallerie Farnesiane, i cortili e il primo piano. Un piacevole contrasto tra eroi antichi e moderni, dunque.

Orari: da lunedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00 (chiuso il martedì)
Prezzi: intero € 8

Sempre in ambito artistico, segnaliamo che dal 28 aprile al 28 luglio 2016, il Pan – Palazzo delle Arti di Napoli allestirà la mostra fotografica The Mind’s Eye, dedicata al noto fotografo francese Henri Cartier-Bresson.

All’interno delle sale dell’edificio, verranno esposte più di cinquanta opere fotografiche dell’artista, che nei suoi splendidi scatti ha saputo catturare i momenti focali della storia del secolo scorso, come la Guerra Fredda, la Guerra Civile Spagnola o la seconda Guerra Mondiale.

Proprio per questo suo modo di raccontare la storia, utilizzando appunto le immagini, è stato considerato il pioniere del foto-giornalismo, grazie anche al suo importante impegno politico di matrice comunista che gli costò svariati anni di prigionia.

Orario: lunedì e dal mercoledì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 19.30 – domenica dalle ore 9.30 alle 14.30 (chiuso il martedì)

Vi attende infine, turisti sportivi ed amanti del divertimento all’aria aperta, un fantastico appuntamento che si terrà dal 20 al 22 maggio 2016 alla Mostra d’Oltremare: stiamo parlando del progetto Napoli Bike Festival, un evento che vedrà lo svolgimento di numerose attività all’interno del famoso complesso di Fuorigrotta, nonché in giro per la città.

eventi a napoli
napolibike

Il tema principale dell’edizione di quest’anno sarà “Città a Pedali“, rivolto proprio a sensibilizzare i cittadini all’utilizzo delle bici anche in città, ovviamente promuovendo la realizzazione di piste cicblabili ed aree adibite. Il programma proporrà anche altri appuntamenti come dibattiti, presentazioni di libri, mostre d’arte, attività per i più piccoli e un’area food. Potrete, inoltre, partecipare ad una gara con bici ed abiti d’epoca.

Orari: venerdì 20 maggio dalle 18.00 alle 24.00 – sabato 21 e domenica 22 dalle 10.00 alle 20.00
Prezzo: 1€

Cosa fare a Napoli in 48 ore

Napoli in 48ore

ma perchè non 72?

Siete a Napoli per 48 ore e volete vedere il meglio della città del sole? Ecco una top list di cose da fare se siete in città per due soli giorni.

Spaccanapoli1. Il centro antico di Napoli

Passeggiate tra i vicoli dell’antica polis grecoromana, tra le botteghe d’arte, le pizzerie e  le opere di street art urbana. Un luogo unico al mondo, dove sarete catapultati nella vera essenza di Napoli.

capodanno a napoli2. Lungomare più bello di Italia.

Un connubio perfetto tra natura e storia. Il golfo  con il Vesuvio fa da sfondo allo splendido  Castel dell’Ovo, simbolo di Napoli. In lontanaza nelle belle giornate di sole potrete vedere le isole del golfo: Ischia, Procida e Capri.

Piazza Plebiscito  3. Piazza del Plebiscito.

La piazza più grande di Napoli, qui potrete vedere il Palazzo Reale e la basilica di San Francesco di Paola con il suo colonnato che incornicia tutta la piazza.

Pizza Napoli4. Mangiare la pizza Napoletana.

Non si può venire a napoli e non provare la pizza Margherita.

Eventi a Napoli 5. Il panorama di Napoli da San Martino.

Da una delle colline di Napoli, da qui avrete la possibilità di ammirare la città di Napoli dall’alto. Uno spettacolo emozionante che vi rimarrà impresso nella mente e nel cuore.

zuppa di cozze6. Mangiare la zuppa di Cozze.

Una delle specialità napoletane, ricca di crostacei per chi la vuole più abbondante o semplice per chi ha un gusto più classico. Ma attenzione al peperone piccante!.

caffè7. Il caffè più buono che berrete in vita vostra.

 

San Gregorio Armeno8. San Gregorio Armeno, strada dedicata interamente all’arte presepiale napoletana.

Ci sono tutti i personaggi del presepe napoletano e per chi è più ironico anche le statuette                                            di personaggi influenti della società.

duomo di napoli9. Il Duomo di Napoli e la cappella del tesoro di San Gennaro.

Qui troverete il tesoro della città di Napoli dedicato al Santo Patrono.  Il 19 marzo giorno del santo avviene il miracolo dello  scioglimento del sangue di San Gennaro: un giorno importantissimo per la cultura napoletana. E se non si scioglie sono guai!

Itinerari Napoli - Napoli Esoterica10. Il cimitero delle fontanelle.

Napoli è considerata la città esoterica per eccellenza . Ha un forte culto dei morti e dell’adorazione delle famose “capuzzelle”: piccoli teschi, conservati i diversi luoghi della città. Uno di questi è Il cimitero delle fontanelle, luogo suggestivo per l’alto numero di capuzzelle presenti in queste antiche cave.

 

Enjoy the city of the sun!

 

 

Eventi a Napoli di fine Aprile!

Eventi a Napoli di fine aprile: un weekend tutto da gustare!

Di seguito troverete tutti gli eventi a Napoli previsti per la settimana prossima.

D’altronde la regola delle diete è sempre la stessa, mangiare sano e mangiare bene, magari facendo un salto all’ International Street Food Parade, un’iniziativa volta a degustare i più famosi cibi da strada che si terrà dal 21 al 24 aprile, nella zona del Centro Direzionale di Napoli.
Sarà possibile assaporare numerosi prodotti locali che vanno dal dolce al salato, appartenenti alla tradizionale cucina napoletana e italiana, nonché ai sapori dal mondo: numerosi infatti, saranno gli stand che offriranno cucina araba, sud americana o orientale. Non mancherà la zona dedicata alle bevande, in cui poter gustare numerose tipologie di birre artigianali o di vini pregiati. L’ingresso sarà dalle 12 alle 24 ed interamente gratuito.

eventi a napoli
Per chi non lo sapesse, qui a Napoli mangiare bene è un obbligo, nonché un piacere, e considerato che non rinunciamo a nulla, continuiamo il tour gastronomico con tappa obbligatoria alla decima edizione di Vini, Ville e Sapori 2016, un wine e food show organizzato presso il Borgo Marinari di Napoli, ai piedi del Castel dell’Ovo.

eventi a napoli

L’iniziativa promuoverà le eccellenze eno-gastronomiche campane, le quali potranno essere assaporate passeggiando in strada o percorrendo gli stand che animeranno la zona; numerosi anche i ristoranti che proporranno menù gourmet per tutti i palati.
Non mancheranno incontri con approfondimenti, laboratori ed incontri a tema. Info e prenotazioni: tel 081 19809700.

E dopo tutto questo cibo è il momento di bere… sangue!
Ok scherziamo, ma solo perchè il sangue l’ha già bevuto tutto lui, il conte Vlad III, meglio conosciuto come conte Dracula, la cui tomba pare sia custodita presso il complesso di Santa Maria la Nova, nel centro antico di Napoli.
Per visitarla, quindi, sarà possibile partecipare ad un tour organizzato il cui appuntamento con tutti i partecipanti sarà alle ore 17,30 in piazza Santa Maria la Nova, poiché la visita comincerà alle ore 18,00 acquistando un biglietto di € 12,00 (n cui sarà incluso il biglietto d’inresso per il complesso museale).
Non dimenticate di portare con voi un po’ d’aglio, non si sa mai.

Gli eventi a Napoli previsti per questa settimana sono finiti, appuntamento per il mese di maggio con “Cosa fare a Napoli”!

Food on the spot – Una pizza in piazza a Napoli

Pizza a Napoli
Food on the spot vi porta, per questa puntata del mangiare una pizza a  Napoli, in una delle zone più trafficate e caotiche di Napoli, Corso Umberto, per la precisione Piazza Bovio.
La scelta può sembrare una distonia rispetto alle solite location da relax totale, ma sappiate che ci sono dei giardinetti molto carini, che ospitano spesso impiegati degli uffici lì intorno che scendono per il pranzo, giusto per staccare un pò dal pc.
Parliamo del cuore pulsante di Napoli, una zona che non è il centro storico, ma molto più caotica ed affollata per i tanti negozi ed uffici. Da questo punto della città, chiamato anche Piazza Borsa da quasi tutti i Napoletani, si può raggiungere facilmente il mare, piazza Municipio o via Toledo, ma anche la vivace piazza Garibaldi.

pizza a Napoli

Il food

La pizza ai peperoni, senza ombra di dubbio, si colloca nella mia top ten delle prelibatezze da gustare a Napoli. E come si può trovare da NaNa, store di prodotti tipici del territorio, è un qualcosa di speciale. Nana si trova poco lontanto da piazza Bovio, un dieci minuti di passeggiata per i vivaci vicoli che animano i dintorni di Corso Umberto, chiamato anche il Rettifilo di Napoli. Si tratta di un piccolo negozietto, molto carino, pieno zeppo di prodotti del territorio, delle vere eccellenze campane. Vino, miele, marmellate, pasta, ma anche ortaggi, affollano gli scaffali. Posso tranquillamente affermare che Nana rappresenta un esempio di quello che andrebbe fatto per valorizzare i prodotti della Campania, un vero e proprio store di qualità a Napoli.
Ho scelto una birra chiara, artigianale, devo dire molto gustosa e rinfrescante.

Lo spot

Piazza Bovio ospita la Camera di Commercio di Napoli, che spesso è host di importanti mostre ed eventi. Nel centro della piazza vi è una statua a cavallo di Vittorio Emanuele, Re d’ Italia. In realtà molti Napoletani preferiscono di gran lunga i Borbone, cosa che negli ultimi tempi ha fatto sì che nascesse un vero e proprio movimento Borbonico, un’ espressione dellà di tornare a tempi in cui Napoli ed il suo regno, ovvero quello delle due Sicilie, era molto potente ed indipendente dalla zona padana e nordica con cui poi è stata unificata l’ Italia. I Borbone hanno certamente portato il Regno delle due città e Napoli, il suo fulcro, molto in alto, e in un periodo di grandissima prosperità che ha prodotto delle eccellenze in campo tecnologico e culturale.

Ti sei perso le ultime puntate di Food on the spot? Non preoccuparti! Puoi subito rimediare!

Food on the spot

Napoli Street Art Tour: in viaggio con Alice Pasquini

Napoli Street Art Tour:quarta tappa con Alice Pasquini

Quarta tappa di Napoli Street Art Tour: oggi vi portiamo sulle orme di un’artista di fama mondiale che ci ha lasciato tantissime opere, stiamo parlando di Alice Pasquini.

Questa volta il nostro itinerario partirà dalla stazione della metro della linea 1 di Toledo, considerata una delle stazioni metropolitane più belle d’Europa con il soffitto maiolicato. Dall’uscita della metro partiremo alla volta di Via Toledo fino ad arrivare in Piazza Carità, dove troveremo il volto di un bambino impresso su una cabina elettrica. Alice è solita ad utilizzare stencil, bombolette spray e pennelli, ritraendo molto spesso volti femminili su piccole superfici come su grandi facciate.

Napoli Street art tour
Alice Pasquini in Piazza Carità.

Dopo la prima opera di Piazza Carità, continuiamo il nostro viaggio verso il centro storico passando per il monastero di Santa Chiara, dove in Via Santa Chiara Alice ci ha lasciato una delle opere più significative: dipinta su una mattonella situata all’angolo tra la strada ed un vicolo stretto, c’è il volto di una donna con una bambina in grembo.

Napoli street art tour
Alice Pasquini in Via Santa Chiara

Altri personaggi femminili li ritroveremo in Via San Giovanni Pignatelli, strada ricca di street art da Diego Miedo e tanti altri, dove sul lato di una cabina è impresso il viso di una donna disperata, dipinta con i toni freddi del verde e dell’azzurro.

Napoli Street art tour
Alice Pasquini in Via San Giovanni Pignatelli.

 

 

Scendendo per questa strada ci ritroveremo in Largo San Giovanni Maggiore dove sulla sinistra su una piccola porta è presente un’altra affascinante opera di Alice: una donna intenta a guardare un pappagallo.

 

 

Napoli Street art tour
Alice Pasquini in Largo San Giovanni Maggiore

Uscendo dalla piazzetta ci ritroveremo poi su Via Mezzocannone, una delle strade più affollate della città date le numerose sedi universitarie presenti: proprio su due portoni dell’Università Federico II Alice ci ha lasciato due opere come dei ragazzini che corrono ed una donna.

Napoli Street art Tour
Alice Pasquini a via Mezzocannone.

Prima di terminare il nostro street art tour facciamo una piccola sosta enogastronomica da Tandem, il ristorante dove possiamo gustare un ottimo ragù tipicamente partenopeo.

Napoli street art tour

Dopo aver assecondato anche il palato ci dirigiamo verso Piazza del Gesù, in particolare la nostra attenzione sarà rivolta verso lo Ska, un laboratorio occupato da studenti della città, la cui facciata è stata impreziosita da numerose opere di street artist. Anche Alice ha lasciato la sua firma in questo posto, con il volto di una ragazza con gli occhiali con il dito sulla bocca in segno di silenzio.

napoli street art tour

L’appuntamento è per la prossima puntata di Napoli Street Art Tour!

 

 

 

 

 

Ti sei perso le ultime puntate di Napoli Street Art Tour? Non preoccuparti! Puoi subito rimediare!

Napoli Street Art

Eventi a Napoli dal 18 al 24 aprile

Eventi a Napoli: scopri cosa fare dal 18 al 24 aprile in città

La primavera a Napoli può essere considerata uno dei momenti migliori per visitarla: Fresco, ma non troppo, sole, tanta vivacità e naturalmente moltissimi eventi! Prendete il primo paio di occhiali da sole e uscite con noi, sapremo portarvi nei posti più magici e per gli eventi più cool di tutta Napoli!

Cominciamo subito con le passeggiate. Tanta fatica ma tanta soddisfazione! LiberEtà, cooperativa di Napoli nel campo della formazione, organizza dei trekking tour dal titolo “Napoli Obliqua”. Le escursioni, che saranno organizzate da un professionista del trekking, vi permetteranno di visitare le zone più caratteristiche della città all’ ombra del Vesuvio, e si snodano secondo questi appuntamenti:

  • domenica 17 aprile 2016 – FINESTRE IN BLU “primavera, orizzonti, vulcani e giardini” di 7,6 km nella zona di Mergellina
  • domenica 1 maggio 2016 – VICOLI IN OMBRA, VICOLI CIECHI…  “per spagnoli e miracoli” di 8 km nella zona di piazza Cavour

I prezzi partono da 13€ e sono previsti anche abbonamenti, necessaria però la prenotazione – per maggiori informazioni consultate: evento facebook o il sito di LiberEtà

Per tutti gli appassionati di fumetti, illustrazioni e arti visive e non, c è il Comicon! Si tratta di un evento annuale, che riunisce tantissime case editrici nazionali a Napoli per l’ occasione. Ci saranno tantissimi cosplay, compravendita di fumetti dove si trovano tanto buoni affari, e disegnatori illustri. Quest’ anno fra i tanti ospiti: Manara, Mainetti e Zerocalcare.

Eventi a Napoli

Per maggiori informazioni consultate il sito web del Comicon Napoli – vi consigliamo di affrettarvi se volete accaparrarvi un biglietto in tempo!

Por vos otros espanoles en la ciudad de Napoles en april, o anche per chi ama la lingua spagnola, come anche per chi è semplicemente curioso, all’ Istituto Cervantes di Napoli (Via Nazario Sauro) ci sono delle proiezioni in lingua completamente gratuite! Ecco il calendario dei film:

Lunedì11 aprile alle 17 “Loreak” di José Mari Goenagae Jon Garaño, Lunedì 18 aprile alle 17, “Las ovejas no pierden el tren” di Álvaro Fernández-Armero lunedì  2 maggio alle 17 “La isla mínima” di Alberto Rodríguez Lunedì 9 maggio alle 17 “Doñana cuatro estaciones” di Javier Molina Lamothe

Buena vision y Buena Napoles!!

Eventi a Napoli dall’ 11 al 17 aprile

Finalmente la bella stagione, ecco gli eventi a Napoli dall’11 al 17 aprile

Bhè, c’è da dire che nella nostra Partenope anche l’inverno non è poi così triste e noioso, ma è innegabile che più si avvicini il caldo e più la gente abbia voglia di vivere le strade della città, godendo dei colori, della gente, dei sapori e delle tante iniziative organizzate. Allora vediamo un po’, quali sono gli eventi a Napoli nella settimana dall’11 al 17 aprile 2016.

Al Museo di Capodimonte verrà proposta la rassegna Musica alla Reggia, frutto della collaborazione tra il museo e i giovani musicisti del Conservatorio di San Pietro a Majella. I concerti si terranno fino al 12 giugno, all’interno del salone delle Feste dell’Appartamento Reale di Capodimonte, e saranno dedicati principalmente al celebre compositore Giovanni Paisiello. I concerti saranno proposti da allievi e docenti del San Pietro a Majella, attraverso doppi appuntamenti presso il Conservatorio e il Museo di Capodimonte, “suggerendo percorsi paralleli negli spazi della musica e dell’arte”. Sarà possibile partecipare gratuitamente, forniti di biglietto d’ingresso al museo.

Tra gli altri eventi a Napoli, imperdibili sono gli appuntamenti settimanali appartenenti al programma Metro Art Focus Tour. Le varie lezioni si sono già svolte tra le stazioni di Vanvitelli, Dante e Toledo, alla scoperta delle architetture e delle numerose installazioni artistiche all’interno delle stazioni. Giovedì 14 aprile, a conclusione del ciclo d’incontri, la gestione della visita sarà affidata a Giovanna Cassese, storica dell’arte e docente dell’Accademia di Belle Arti Napoli, attraverso un itinerario incentrato sull’arte e il design e visitando le stazioni Università e Materdei.

napoli_metrp_art
stazioni d’arte


Partecipare ai Metro Art Focus Tour è un’ottima occasione per approfondire la conoscenza del patrimonio artistico e architettonico delle Stazioni dell’Arte.

Da vedere, inoltre, dal 24 marzo al 29 aprile 2016 all’ interno della nuova galleria commerciale della Stazione di Piazza Garibaldi a Napoli, la mostra intitolata “Il riso nutre il corpo e lo spirito”, allestita grazie alla collaborazione tra 16 artisti e 12 poeti di fama internazionale, i quali impresso espressioni e parole di Antonio de Curtis, imprimendoli su cartelli a doppia facciata, simili ai cartelli stradali. La mostra è composta da altre due installazioni, situate a Piazza Municipio e nel rione Sanità, quartiere di nascita di Totò. Aggiornate le vostre agende!

Parco Archeologico del Pausylipon

Parco Archeologico del Pausylipon:Viaggio alla scoperta delle ville romane della collina di Posillipo

Oggi Travel Naples vi porta in una Napoli di epoca romana che in pochi conoscono: il parco archeologico del Pausylipon.

Il quartiere di Posillipo fu costruito dagli antichi romani per edificare le loro residenze estive: panorami mozzafiato, boschi ed un mare cristallino dove poter allietare le giornate. La collina partenopea ancora oggi è definita come uno dei luoghi più affascinanti e signorili della città, con residenze nobiliare, palazzi di epoca romana e ville a picco sul mare. Dalla discesa di Coroglio è possibile raggiungere il Parco Archeologico del Pausylipon, un sito culturale aperto soltanto dal 2009 ma che conserva una villa di età imperiale risalente al I secolo a.C. Prima di  arrivare al parco è possibile attraversare tutta la collina di Posillipo attraverso la Grotta di Seiano che congiunge Bagnoli con l’area marina protettta della Gaiola. Lungo quasi un chilometro, questo passaggio fu costruito nel I secolo d.C ordinato da Marco Vipsanio Aggrippa per raggiungere la villa imperiale di Publio Vedio Pollione. Il traforo in pietra tufacea originaria della collina di Posillipo è un imponente esempio di architettura ed ingegno romano con ampie aperture che regalano luce ed aria alla grotta. Con i bombardamenti della seconda guerra mondiale, essa fu utilizzata come rifugio dai cittadini di Bagnoli e fu rinvenuta soltanto nel 1841 durante gli scavi di Ferdinando II di Borbone.

Pausilypon

Sia la Villa del Pausylipon che la grotta sono state rese fruibili nel 2009 grazie al lavoro del CSI Gaiola Onlus, organizzando delle visite guidate all’interno dei due siti archeologici.

Entrando dalla grotta di Seiano si arriva in un ambiente in cui ci sono delle abitazioni private sulla sinistra, prima di giungere all’area in cui è presente il Teatro, in origine una struttura con una capacità di 2000 posti. Il Teatro in estate è la location ideale per la rassegna “Suggestioni all’imbrunire”, ovvero spettacoli teatrali e musicali al tramonto sul golfo e sulla Baia dei Trentaremi. Poi c’è un piccolo Odeion proprio dinnanzi al mare che offre una vista meravigliosa. In origine questo edificio era in realtà un ampio spazio in cui si decantavano poesie, retoriche o si organizzavano concerti ed è composto da sei gradini e da una cavea di forma quadrangolare, e da una grande aula, posta al centro della media cavea.

Pausylipon

La Villa di Pollione abitata in origine dal cavaliere romano, è stata per anni anche la residenza imperiale di Cesare Augusto e di numerosi consoli successivamente alla sua morte. E fu proprio l’imperatore Augusto a definire la collina Pausylipon, ovvero che “libera dalle preoccupazioni”, come un’area in cui riposarsi e dedicarsi all’otium. Dell’imponente domus possiamo notare ancora alcune sale per gli ospiti decorate sapientemente da artisti dell’epoca.

Pausylipon

Sia per la posizione che per il panorama mozzafiato che regalava, la villa è stata per anni molto ambita ed è stata una residenza privata fino a dopo la seconda guerra mondiale. Nei pressi di Marechiaro abbiamo l’altra domus costruita da Pollione ovvero il Palazzo degli Spiriti che giace proprio sul dorso della collina ed è a picco sul mare. Dopo aver visitato i resti del Teatro e della Villa del Pausylipon attraverso un sentiero, la guida ci conduce in un piccolo belvedere dove è possibile ammirare i misteriosi isolotti della Gaiola e gli scogli di Virgilio.

Pausylipon

Uno scorcio tra i più belli e nascosti di tutta Napoli, il quale grazie all’associazione del CSI Gaiola Onlus riesce a tornare all’antico splendore e con il verde della vegetazione mediterranea diventa il luogo ideale per una passeggiata domenicale con i più piccoli per riscoprire un pezzo di storia antica. Visitare il Parco Archeologico del Pausylipon significa ripercorrere epoche diverse, un viaggio unico alla riscoperta della bellezza e degli antichi romani che decisero di definire il golfo di Napoli tra i più belli del mondo.

Leggi anche

Itinerario Posillipo

Per garantire un migliore funzionamento del sito, utilizziamo cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi