Mangiare a Napoli: pizza fritta

Mangiare a Napoli: pizza fritta

Mangiare a napoli: una pizza fritta è per sempre

Pizza Fritta, Specialità di Napoli
Impossibile resistere!

A piazza Trieste e Trento, è possibile notare una bottega a cui manca l’insegna, quella di zia Esterina, che prepara delle pizze fritte spettacolari.
Spesso c’è un po di fila ma vi assicuro che ne vale la pena poiché per me si tratta forse della pizza fritta migliore di Napoli.
La Proposta di questa settimana è di mangiare la pizza fritta a Piazza Plebiscito, seduti sugli scalini, osservando il passeggio di persone che appariranno minuscole di fronte alla grandezza del posto; insomma veramente rilassante!

Pizza fritta da asporto Napoli
Pizza fritta da Zia Esterina, Piazza Trieste e Trento, Napoli

Il percorso richiede una decina di minuti per arrivare allo “spot”, ed ho pensato a tutto io, infatti il tempo è quello ottimale per aspettare che la pizza fritta si raffreddi un minimo, altrimenti il ripieno sarà ad una temperatura nociva per la vostra lingua… A meno che non siate dei mangiafuoco, sapete, gli artisti di strada? … Beh in quel caso non avrete problemi.

Il prezzo della pizza fritta è onesto, e la porzione è veramente abbondante. E’ possibile prendere la pizza in tanti modi diversi e personalmente osservare il momento in cui la pizza si gonfia nell’ olio bollente è una cosa che mi ha sempre affascinato.

Qualche cenno sulla piazza e su Napoli

Piazza Plebiscito di sera, Napoli
Piazza Plebiscito di sera, Napoli

Piazza Plebiscito è di fronte alla residenza Reale, e vi è un simpatico aneddoto sulle statue riposte nelle teche del palazzo, che non sto qui a raccontare, ma che di sicuro stando con qualche Napoletano avrete sentito, in caso contrario una veloce ricerca sul web vi svelerà l’ arcano.
Inoltre un simpatico gioco che i Napoletani usano fare è partire dal fondo della piazza, dal lato opposto alla chiesa, al centro, e bendati cercare di raggiungere lo spazio tra le due statue a cavallo. Leggenda narra, che al tempo della Regina Margherita di Savoia, una volta al mese, un prigioniero fosse messo alla prova proprio in questa piccola sfida, sfida quasi impossibile per la vastità di Piazza Plebiscito.
Inoltre il nome Plebiscito viene dalla data in cui furono svolti i festeggiamenti per l’ annessione della Sardegna al Regno delle due Sicilie.

Nel corso del tempo a Piazza Plebiscito molte opere di arte contemporanea sono state esposte, di solito opere di dimensioni enormi, e particolarmente d’ impatto. Infatti nel periodo natalizio spesso passo di lì, per curiosità, visto che spesso queste opere eccentriche provocano più di un sorriso.

Per la versione in inglese cliccare qui.

Per garantire un migliore funzionamento del sito, utilizziamo cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi