Price:
0,00
Author:
Admin-ueue

Miti e leggende

Cimitero delle Fontanelle - Capella San severo- Catacombe di San Gaudioso- Santa Maria del Purgatorio ad Arco

La guida completa su Itunes
Al momento le nostre guide sono disponibili solo sullo store Apple.

Itinerari Napoli – Napoli Esoterica e il culto dei morti

Napoli itinerari turistici – Napoli esoterica
Popolata da miti e credenze, sirene e “monacielli”, Napoli è la città per eccellenza in cui religione e superstizione si mischiano in un connubio perfetto, rendendo ogni vicoletto partenopeo ricco di magia e mistero. L’itinerario migliore per poter assaporare tali tradizioni non può cominciare se non con un tour del famosissimo Cimitero delle Fontanelle: chiamato così per la presenza di piccole fonti d’acqua che provenivano dalle colline circostanti, esso accoglie i resti delle vittime della grande ondata di peste del 1656 e del colera del 1836, contando in totale circa 40.000 defunti. La cava del cimitero si trasformò in un vero e proprio ossario divenendo uno dei principali luoghi di culto della città, poiché in esso avveniva anche il rito delle “anime pezzentelle”, che nacque nel momento in cui le donne del popolo adottavano un cranio (capuzzella) anonimo o abbandonato (quindi di un’anima pezzentella) a cui dedicare la propria devozione, il tutto in cambio di una grazia ricevuta come segno di riconoscenza.

Itinerari Napoli - Napoli Esoterica
cimitero delle fontanelle

Un altro importantissimo Ipogeo in cui sono conservate ossa di anime pezzentelle è la Chiesa di Santa Maria del Purgatorio ad Arco.Altra tappa necessaria è quella alle Catacombe di San Gaudioso, situate sotto la chiesa di Santa Maria della Sanità: molto suggestiva è la sezione sottostante, in cui sono presenti dei “seditoi” su cui venivano fatti essiccare i cadaveri prima di disporli in un ossario comune o in una tomba privata.

Purgatorio ad Arco
Purgatorio ad Arco

A chiudere l’itinerario c’è la visita alla Cappella e al Museo del principe di San Severo, nei pressi di piazza San Domenico Maggiore, contenente un’opera di estremo valore, ossia il Cristo Velato di Giuseppe San Martino, rappresentante Gesù Cristo morto e avvolto in un sudario trasparente scolpito nel marmo stesso, i cui movimenti rendono l’opera talmente realistica da lasciare l’osservatore senza fiato.

 

 

PUNTI DI INTERESSE