Tag: Food

Eventi a Napoli nel mese di Ottobre

Qui di seguito vi segnaliamo tutti i più interessanti e divertenti eventi del mese di Ottobre.

Tra i vari eventi a Napoli, come prima cosa vi ricordiamo che domenica 1 ottobre, come ogni prima domenica del mese, l’iniziativa Domenica al Museo vi permetterà di visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali statali di Napoli, i quali rimarranno aperti come ormai da tradizione.

Sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre si terranno due splendidi eventi che fanno parte della manifestazione Giostra dei Sedili, una sorta di rievocazione storica che si terrà in abiti d’epoca e con giochi a cavallo, in puro stile medievale. Domenica mattina l’evento si terrà presso il Bosco di Capodimonte, e sarà scandito da tanti giochi d’arma a cavallo, dame in abiti tradizionali, splendidi cavalli e arcieri coraggiosi. Una manifestazione gratuita e aperta a tutti, il cui scopo è quello di rievocare le attività e le usanze dei nobili Cavalieri dei Sette sedili di Napoli, difensori della città e protettori delle sue mura.

eventi a napoli

Tra gli altri eventi a Napoli nel mese di ottobre, è nostra premura segnalare un concerto a scopo benefico che si terrà il 2 ottobre, alle ore 21,00 al teatro Augusteo, e che vedrà come ospiti d’onore Peppe Barra e Renzo Arbore.

I guadagni della serata saranno devoluti all’AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma, con lo scopo di favorire la ricerca nei centri di ematologia di Napoli e provincia e sostenere le attività assistenziali a favore dei pazienti ematologici, con la speranza di rendere tali malattie curabili.

Spostandoci in ambito “food”, per la gioia dei palati più golosi segnaliamo che torna, dopo il successo della scorsa edizione, il “Festival della Cucina Mediterranea e non solo”; cornice dell’evento sarà Città della Scienza, all’interno della quale, per tre giorni, sarà possibile gustare piatti esotici provenienti da ogni paese mediterraneo, senza dimenticare i sapori della nostra terra e presenti sul territorio campano. Saranno creati, inoltre, dei percorsi didattici che permetteranno di scoprire tradizioni e culture delle varie nazioni, attraverso i gusti e i profumi dei loro cibi più tipici.
Non solo cibo, ovviamente, ma anche tanta musica e spettacoli!

Oltre gli eventi che ci cominceranno durante il mese di ottobre, vi ricordiamo che sta per concludersi l’iniziativa Pompei di Notte, la quale partecipa al progetto di valorizzazione 2017 del MIBACT, attraverso l’apertura dei suoi siti nelle serate dei week-end:

orario 20,30 – 23,00 (chiusura biglietterie 22,30)

costo itinerario proposto: 2 €.

Salva

Salva

La pastiera napoletana

 

La pastiera napoletana

Pastiera napoletana
Foto di Alexa Petrocelli

Da dove viene la pastiera napoletana?

La leggenda narra che la sirena Partenope, uno dei simboli della città, dimorasse sulla spiaggia del golfo e che ogni primavera allietava il popolo con il suo canto. Un giorno la gente fu talmente rapita dalla sua voce soave che accorsero verso il mare portandole in dono farina, ricotta, uova , grano tenero, acqua di fior d’arancio, spezie e zucchero. La Sirena depose i doni al cospetto degli idei il quali mescolarono tutti gli ingredienti trasformandoli nella prima pastiera napoletana.

La pastiera è uno dei capi saldi della pasticceria napoletana , dolce tipico del periodo pasquale fatto di: pasta frolla e farcito da tutti gli ingredienti della leggenda, cotta lentamente in forno assume ha un colore dorato. Caratteristica della pastiera è il suo profumo dato dalla cannella, dai canditi, dalle scorze d’arancia dalla vaniglia e dall’ acqua di fior d’arancio.

La tradizione vuole che si preparino il giovedì santo o il venerdì santo, ma ormai è possibile gustare la pastiera tutto l’anno nelle migliori pasticcerie napoletane. Diversi sono gli aneddoti che coinvolgono questo tipico dolce napoletano uno di questi narra che la regina Maria Teresa D’asburgo – detta la regina che non sorride mai- dopo aver saggiato una fetta di pastiera scoppio in una fragorosa risata grazie al suo sapore.

È un bar come tanti ma la sua pastiera napoletana è decisamente un piccolo capolavoro. Il Leon D’Oro in via Foria offre ai suoi avventori pastiera a fette o intera, su ordinazione, solo nel periodo pasquale. Vale la pena approfittarne e assaggiarla.

Spesso la potrete trovare anche come dessert nei ristoranti ma se invece volete gustare questo tipico dolce napoletano davanti ad un caffè c’è la Pasticceria Moccia, in via San Pasquale una delle più importanti pasticcerie di Napoli situata a ridosso della Riviera di Chiaia.

Scopri gli altri dolci tipici napoletani nella nostra rubrica: Mangiare a Napoli!

Salva

Salva

Salva

Eventi a Napoli nel mese di maggio

Aria di primavera, aria di divertimento, e profumo di tanti nuovi eventi a Napoli!

Appuntamento immancabile, tra i vari eventi a Napoli di maggio, quello di Domenica al Museo, con ingresso gratuito in musei, gallerie, siti archeologici, parchi e giardini monumentali statali di tutta Italia; un’iniziativa fortemente voluta ed approvata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Il 6 maggio, nel quartiere Sanità, si svolgerà la Notte Bianca, un evento musicale che prevede la partecipazione di svariati artisti quali Zulù dei 99 Posse, Jovine e il noto dj napoletano Tony Mr.Time Ponticiello.

La kermesse, ideata qualche anno fa, vanta il supporto di Alessandro Siani che ne è, infatti, il direttore artistico, impegnandosi molto intensamente per la rivalutazione del quartiere; presenti, lungo le strade, numerosi artisti di strada del collettivo Cracking Art.

Come ogni anno, torna Maggio dei Monumenti, il quale propone un programma ricco di eventi che animeranno la città partenopea.

Quest’anno l’iniziativa si terrà dal 28 aprile al 4 giugno 2017 e sarà interamente dedicata a Totò, per commemorare i cinquant’anni che sono trascorsi dalla sua morte. L’evento, chiamato per l’appunto ”O’ Maggio a Toto”, propone un vasto programma di eventi, finalmente reso noto dal Comune di Napoli.

 

eventi a napoli

 

Da non dimenticare l’evento, sempre parte di Maggio dei Monumenti, Mostra Totò Genio, che si terrà dal 13 aprile al 9 luglio 2017 presso Palazzo Reale, Museo Civico di Castel Nuovo ed il Convento di San Domenico Maggiore.

Passiamo al cibo! Da venerdì 5 a domenica 7 Maggio 2017, in Piazza Garibaldi a Napoli tornerà l’International Street Food Napoli, un apprezzato evento ad ingresso gratuito, che prevede la partecipazione di numerosi cuochi italiani e non, i quali proporranno piatti tipici dei loro paesi d’origine, pronti a far venire l’acquolina ai numerosi partecipanti.

Ci teniamo a segnalarvi, tra gli altri eventi nella nostra Napoli, il primo Sky Arte Festival , il quale si svolgerà in tante location diverse della città (dal 5 al 7 maggio 2017) con un programma davvero pieno di eventi, spettacoli, concerti ed incontri.

La sede centrale della rassegna sarà Villa Pignatelli, anche se gli eventi si svolgeranno a Palazzo Zevallos Stigliano, nel Rione Sanità, al Museo Madre e sul lungomare Caracciolo.

Tra gli ospiti Erri De Luca e Vinicio Capossela, il quale prenderà parte ad un concerto nel Rione Sanità.

Salva

Salva

Salva

Eventi a Napoli nel mese di marzo

Arriva finalmente la primavera… ed arriva la carrellata di eventi a Napoli nel mese di marzo!

Segnaliamo, ovviamente, la DomenicalMuseo il 5 marzo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente grazie al decreto Franceschini, il quale stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Dal 4 marzo al 5 novembre 2017, presso la Riserva Naturale degli Astroni (oasi WWF campana molto importante) ci sarà la mostra “Dinosauri in Carne e ossa”, un’iniziativa a tema preistorico ormai nota in tutta Italia, la quale è finalmente arrivata nella nostra città: ben 6 km di percorso nella natura, con circa 40 esemplari di dinosauri ricostruiti nei minimi dettagli e con particolari sorprendenti.

eventi a napoli

Tra i numerosi eventi a Napoli in ambito teatrale, dal 5 al 12 marzo sarà in scena Cenerentola al Teatro San Carlo di Napoli, il notissimo balletto classico, danzato sulle celebri musiche di Sergei Prokofiev.

La stagione del grande balletto al San Carlo prevede, in programmazione, la messa in scena di questo splendido cult della musica classica, un’opera che venne rappresentata per la prima volta al Teatro Bolshoi di Mosca, più di settanta anni fa.

Sempre in campo musicale, per non dimenticare uno dei migliori artisti della nostra città, il 18 marzo 2017 si svolgerà il concerto “Je sto vicino a te”, per ricordare e festeggiare quello che sarebbe stato il 62esimo compleanno dell’immenso Pino Daniele.

L’evento sarà organizzato dal fratello Nello, ed in compagnia dei numerosi amici del cantante, i quali riprodurranno suoi brani, provando a ricreare la magica atmosfera che solo Pino e la sua musica sapevano dare.

eventi a napoli

Spostandoci in ambito food, segnaliamo un’iniziativa patrocinata dal Comune di Napoli, che fino al 5 marzo animerà via Luca Giordano al Vomero. Stiamo parlando di “Sicilia Viva in Festa”, un enorme villaggio che con i suoi 30 stands, sarà aperto dalle ore 10 alle ore 20. I vari artisti di strada che, nei giorni della fiera, regaleranno ai visitatori momenti di tipica cultura siciliana, prepareranno prelibatezze che andranno dai formaggi (caciocavallo, maiorchino, ericino, piacentino e fiore sicano), agli arancini di riso, al pane cotto in forno a legna. E, ancora, ci saranno i salumi, le arance, i limoni e i vini come il Nero d’Avola ed il Passito di Pantelleria, il Marsala. Ovviamente sarà ricca anche la zona dedicata ai dolciumi, con la cassata, la frutta martorana a base di zucchero e farina di mandorle, i cuddureddi, dolcetti al ripieno di miele o di ricotta o di frutta candita.

Insomma, sarà davvero un evento “gustoso” e da non perdere!

Salva

Salva

Eventi a Napoli nel mese di Dicembre

E’arrivato finalmente dicembre, il mese del Natale! Ed è soprattutto in questo periodo che di eventi a Napoli non ne mancano di sicuro… tuttavia, focalizziamoci per un attimo verso le tante iniziative non riguardanti solo Babbo Natale. Vediamo insieme quindi, cosa propone la nostra bella città.

Nei giorni 1 e 2 dicembre (1 dicembre alle 18.00 – 2 dicembre alle 10.30) il maestro Riccardo Muti sarà al Conservatorio di San Pietro a Majella, in pieno centro storico, per dirigere due concerti gratuiti, i quali saranno ad ingresso libero, naturalmente fino ad esaurimento posti; tali appuntamenti rappresentano un ritorno del direttore d’orchestra nel Conservatorio che fu parte integrante della sua esperienza musicale, considerato che fu proprio in questo istituto che si diplomò, studiando pianoforte con il maestro Vincenzo Vitale.

Volgendo l’attenzione al nostro amato cibo tradizionale, una simpatica iniziativa è quella prevista i giorni 2 e 3 dicembre 2016, promossa dall’Assessorato alle attività produttive del Comune di Napoli e da Sviluppo Campania, la quale renderà omaggio ad uno dei prodotti più importanti e ammirati della nostra terra, il pomodoro: la manifestazione si concluderà, il giorno 3 dicembre, con la preparazione del ragù più grande del mondo.
POMODOREIDE – IL POMODORO IN TUTTE LE SUE FORME, sarà uno spazio espositivo che ospiterà produttori di pomodoro, pasta, olii e farine, i quali proporranno i loro prodotti e i frutti del proprio lavoro. Un’area sarà poi dedicata ai prodotti agricoli della Città di Napoli: protagonisti saranno i produttori agricoli dell’area di Capodimonte, di quella Flegrea e del Vesuvio. Ampio spazio sarà dato anche agli spettacoli, ovviamente. Il giorno 3 dicembre, poi, si cercherà di fissare il record di cucinare il ragù più grande mai realizzato: esso comincerà a cuocere alle ore 9:00 e sarà realizzato con non meno 4 quintali di pomodori San Marzano e circa 50 kg carne di vaccino doc; il tutto cuocerà fino a che il ragù comincerà a “pippiare”, suono distintivo di un sugo ormai pronto per essere gustato. Alle ore 19:00, quando il ragù avrà raggiunto il punto giusto di cottura, avrà inizio la grande scarpetta di massa.

eventi a napoli

Da non perdere una serie di eventi a Napoli, composta da 5 appuntamenti che riproporranno i temi di Expo: ALLA TAVOLA DEI BORBONE, una serie di incontri alla scoperta delle residenze borboniche e delle origini della dieta Mediterranea, delle pietanze del ‘700 e dell’800 partenopeo. Cultura, arte e cibo di qualità, dunque, fusi eccezionalmente in un’unica iniziativa che comincerà dal prossimo 29 novembre 2016.

Nucleo centrale della proposta enogastronomica è la volontà di riportare in vita antichi sapori: un menù caratterizzato non solo dall’uso delle materie prime utilizzate all’epoca ma anche dalle tecniche di cucina e le modalità di servizio delle pietanze stesse. Le manifestazioni avranno luogo in cinque differenti location borboniche d’eccellenza, durante il periodo tra il 29 novembre e il 20 dicembre 2016.

Mentre per gli amanti della creatività c’è un appuntamento da non perdere il 17 e 18 dicembre 2016 nel magnifico complesso monumentale seicentesco dei SS. Apostoli con Napoli Design Market 2.0

Un evento dedicato all’handmade-in-italy con prodotti dell’artigianato italiano unici dal punto di vista dei materiali e del design. Insomma, un invito ad apprezzare, valorizzare e acquistare design e artigianato Made in Italy per i nostri regali di Natale, e non solo.

Spostiamoci ora al museo di Capodimonte, dove sarà possibile ammirare uno dei capolavori del pittore Jan Vermeer – La donna con il liuto, in mostra grazie ad un’intesa tra il museo partenopeo ed il Met – Metropolitan Museum di New York (dove abitualmente è esposta la tela), dal 18 novembre 2016 al 9 febbraio 2017.

Ai dipinti del maestro olandese saranno affiancate alcune opere della Pinacoteca di Capodimonte che mostreranno al pubblico lo stretto legame tra l’arte napoletana e quella olandese del ‘600.

Ricordiamo ovviamente Domenica al Museo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente, come ogni prima domenica del mese.

Salva

Salva

Salva

Salva

Christmas in Naples: i dolci natalizi napoletani

I dolci natalizi napoletani sono solo la ciliegina sulla torta dei tanti pranzi e cenoni delle feste. Scopriamo insieme quelli più famosi!

STRUFFOLI

dolci natalizi napoletani
Struffoli napoletani. Foto di @Catherinedana con licenza Creative Commons

Alt! Curiosità ad alto rischio diabete!

Tra i dolci tipici del Natale Partenopeo abbiamo gli struffoli: piccole palline di pasta fatte con uova, zucchero, farina ed aromi, il tutto decorato con miele, frutta candita, confettini colorati e zuccherini. Gli struffoli a Napoli si preparano per il cenone del 24 ma poi sono quelle pietanze che durano per tutto il periodo delle festività natalizie. La particolarità di questo dolce è l’aroma millefiori e la morbidezza di ogni pallina. In origine, il nome di questi dolci deriva dal greco “Strongoulos” che significa arrotondato data la loro forma da fare con le mani durante la preparazione. Gli struffoli sono immancabili sulle tavole natalizie partenopee e possono essere acquistati in numerose pasticcerie o anche panetterie in città. A Napoli si dice che ogni struffolo fatto in casa ha un sapore diverso rispetto agli altri ed un segreto che ogni cuoca partenopea non svelerà mai a nessuno. Quindi non chiedete mai ad una nonna qual’è l’ingrediente segreto della preparazione degli struffoli!

ROCCOCO’

Fermi tutti!!! Chi prepara i Roccocò per Natale?

Quando il profumo di mandorle dei roccocò si espande per tutti palazzi di Napoli, significa che manca pochissimo a Natale!

Ma che cosa sono i roccocò? Un nuovo stile architettonico? 😀 No ma sono dei biscotti natalizi molto croccanti il cui nome dal francese “rocaille” significa conchiglia per la loro forma rotondeggiante. L’origine di questi biscotti tipici risale addirittura al 1300 e la loro croccantezza è famosa in tutto il mondo. Solitamente si preparano la settimana prima della vigilia per poi durare per tutto il periodo natalizio, alcuni li amano più duri e proprio per questo come i cantuccini toscani possono essere ammorbiditi bagnandoli nel vino o nel marsala. Il livello di croccantezza dipende dalla preparazione e dal tempo di cottura in forno. Essendo un dolce tipico natalizio ma ormai diventato un simbolo della napoletaneità, può essere trovato in molte pasticcerie anche in periodi diversi dal Natale. Diffidate da quelli morbidi! Se non fanno crock non sono quelli veri napoletani!

dolci natalizi napoletani
Roccocò e mustaccioli. Foto di @Marilenav94 con licenza Creative Commons.

MUSTACCIOLI

Mustaccioli, mustacciuoli o mostaccioli. A Napoli sono dei biscotti di grandi dimensioni ricoperti di cioccolato fondente, al latte o bianco e sono d’obbligo su ogni tavola partenopea! Il loro ripieno è fatto con una pasta morbida al miele e frutta candita mentre fuori sono croccanti, solitamente hanno una forma romboidale ed insieme ai roccocò, struffoli e raffaioli costituiscono i dolci tipici della gastronomia partenopa di Natale. L’ingrediente segreto è proprio il mosto, da cui deriva anche il nome di questo biscotto. In una seconda legenda, i mostaccioli si chiamano così perchè la loro forma ricorda quella dei mustacchi, ovvero i lunghi baffi dei signori dell’alta artistocrazia del ‘700. Da generazioni i napoletani amano gustarli dopo il pranzo del 25 dicembre o del 1 gennaio e possono essere acquistati in quasi tutte le pasticcerie o panetterie della città. Quelli buoni restano intatti e morbidi per giorni.

RAFFAUOLI (RAFFAIOLI)

dolci natalizi napoletani
Raffaioli napoletani. Foto di @alaiagio con licenza Creative Commons.

Parliamo ancora di dolci natalizi napoletani tipici?

Ebbene sì! Per non lasciare nessuna tradizione a casa oggi ci dedicheremo ai raffauoli o raffaioli, dolci dalla forma ovale preparati con una base di pan di spagna e ricoperti di glassa bianca. essi possono essere farciti con ricotta, canditi, cioccolato, scorza di limone e pistacchi e provengono da un’antica ricetta di origine nordica e poi trasformata da cuochi napoletani. Esistono tre tipologie di raffauoli: quelli monacali o detti anche sorrentini; quelli con cassata (ovvero con l’aggiunta di ricotta nella farcitura) e quelli della ricetta classica. Solitamente i raffauoli sono serviti sulle tavole partenopee nei pranzi del 25 dicembre e del 1 gennaio.

Alto contenuto di zuccheri per questa ricetta!

Salva

Salva

Salva

Salva

Eventi a Napoli nel mese di Novembre

Benvenuto Novembre! Vediamo un po’ gli eventi a Napoli più interessanti di questo mese…

Al Palazzo delle Arti di Napoli – PAN è stata inaugurata, qualche giorno fa, una mostra fotografica che ci teniamo a segnalare, promossa dal Comune di Napoli e dall’ Assessorato alla Cultura e al Turismo: essa è basata su scatti fotografici di Steve McCurry, uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea; in ogni suo scatto è racchiuso un intreccio di esperienze e di emozioni, non a caso molte delle sue immagini sono conosciute in tutto il mondo.eventi a napoli

La nuova rassegna allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli, oltre a presentare le sue fotografie più famose ed altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi libri, mette in particolare evidenza la sua attività di fotografo impegnato nei luoghi del mondo dove si stanno o si sono verificati i conflitti bellici più conosciuti, concentrandosi sulla sofferenza di popolazioni costrette a fuggire dalle proprie terre. Il tema, purtroppo di grande attualità, è stato documentato da Steve McCurry fin dalla fine degli anni ’70.

Tutti i giorni, escluso il martedì, dalle ore 9,30 alle ore 19,30.

La domenica dalle ore 9,30 alle 14,30

Biglietti

Intero € 11,00 (comprensivo di audioguida)

Info e prenotazioni www.mostrastevemccurry.it

Parlando di cibo, invece, segnaliamo che la nostra ospiterà il Napoli International Street Food al Centro Direzionale, il quale si svolgerà dal 9 al 13 novembre 2016.

Saranno decine gli stand allestiti nel grande spazio del Centro Direzionale, che proporranno street food proveniente da tantissimi paesi del mondo: dalla carne argentina alla pita greca, dal kebab arabo agli involtini primavera orientali passando, ovviamente, attraverso i gusti e le prelibatezze del nostro “bel paese”.

L’ingresso sarà rigorosamente gratuito e ci saranno proposte per tutti i gusti.

Tra gli eventi a Napoli in ambito musicale, venerdì 11 novembre 2016 all’interno della Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli nel centro storico di Napoli, si terrà l’iniziativa una grande Notte del Jazz tutta “made in Naples”, una vera e propria maratona del jazz, in cui verranno proposte sei ore di musica non-stop, con numerosi musicisti jazzisti napoletani.

Una festa del jazz, insomma, con tanti gruppi che si alterneranno sul palco per un intero pomeriggio ed una splendida serata.

Dalle 18 alle 24 di venerdì 11 novembre 2016, dunque, tutti ad ascoltare il nuovo panorama jazz musicale propostoci dalla nostra bella città!

Salva

Salva

Eventi a Napoli di fine giugno

Vediamo insieme tutti gli eventi a Napoli di queste settimane.

Tanti gli eventi a Napoli dei prossimi giorni. Parte la XVI edizione di Brividi d’Estate, l’iniziativa estiva organizzata presso l’Orto Botanico. La rassegna è organizzata dal teatro “Il pozzo e il pendolo”. Ben 31 gli appuntamenti previsti: ogni sera il pubblico, nella suggestiva cornice del Real Orto Botanico, assisterà a diversi eventi, tra spettacoli, serate musicali e laboratori di attività. Ogni sabato si svolgeranno “I delitti della luna piena”, ossia cene al chiaro di luna, con un unico filo conduttore: risolvere i misteri di un intricato delitto. Il lunedì, invece, ci saranno appuntamenti con la musica di molte band partenopee emergenti, tra cui i Tarall&Wine, Terza Classe, la Locanda e tanti ancora.eventi a napoli

Il 22 giugno c’è stato il concerto d’ apertura del Pozzuoli Jazz Festival 2016, il quale ha dato via al ricco programma di eventi di quest’anno. Gli appuntamenti si terranno fino al 13 agosto e vedranno l’esibirsi di numerosi artisti del panorama jazz napoletano e non solo. Per prenotare i biglietti rivolgersi a: segreteria@pozzuolijazzfestival.it o al numero 347331 2416.

In ambito di food and drink, segnaliamo che alla Mostra d’Oltremare di Napoli si svolgerà il Pub Festival, un evento dedicato ai pub, al cibo, ai panini e alla birra. Le date saranno dal 30 giugno al 3 luglio 2016. Si tratterà di un grande evento interamente incentrato sul mondo dei pub e grazie al quale potrete gustare la migliore gastronomia che offrono i locali della città e non solo divertendosi, inoltre, con i tanti eventi che saranno inseriti nel programma; molti, infatti, saranno gli ospiti inseriti nel corso delle varie serate.

Da ricordare che anche a Napoli e in tutta la Campania ci sarà la Festa dei Musei, che si svolgerà il 2 e 3 luglio 2016 (è un’iniziativa del MibAct).

L’edizione di quest’anno vedrà non solo la partecipazione dei musei statali di tutto il paese, ma anche di altre realtà pubbliche e numerose strutture private. Il tema di questa edizione sarà il rapporto tra Musei e Paesaggi culturali; per l’occasione sarà prevista un’apertura serale straordinaria per la giornata di sabato 2 luglio al prezzo di 1 euro. Domenica sarà previsto il consueto ingresso gratuito.

Salva

Eventi a Napoli di fine Aprile!

Eventi a Napoli di fine aprile: un weekend tutto da gustare!

Di seguito troverete tutti gli eventi a Napoli previsti per la settimana prossima.

D’altronde la regola delle diete è sempre la stessa, mangiare sano e mangiare bene, magari facendo un salto all’ International Street Food Parade, un’iniziativa volta a degustare i più famosi cibi da strada che si terrà dal 21 al 24 aprile, nella zona del Centro Direzionale di Napoli.
Sarà possibile assaporare numerosi prodotti locali che vanno dal dolce al salato, appartenenti alla tradizionale cucina napoletana e italiana, nonché ai sapori dal mondo: numerosi infatti, saranno gli stand che offriranno cucina araba, sud americana o orientale. Non mancherà la zona dedicata alle bevande, in cui poter gustare numerose tipologie di birre artigianali o di vini pregiati. L’ingresso sarà dalle 12 alle 24 ed interamente gratuito.

eventi a napoli
Per chi non lo sapesse, qui a Napoli mangiare bene è un obbligo, nonché un piacere, e considerato che non rinunciamo a nulla, continuiamo il tour gastronomico con tappa obbligatoria alla decima edizione di Vini, Ville e Sapori 2016, un wine e food show organizzato presso il Borgo Marinari di Napoli, ai piedi del Castel dell’Ovo.

eventi a napoli

L’iniziativa promuoverà le eccellenze eno-gastronomiche campane, le quali potranno essere assaporate passeggiando in strada o percorrendo gli stand che animeranno la zona; numerosi anche i ristoranti che proporranno menù gourmet per tutti i palati.
Non mancheranno incontri con approfondimenti, laboratori ed incontri a tema. Info e prenotazioni: tel 081 19809700.

E dopo tutto questo cibo è il momento di bere… sangue!
Ok scherziamo, ma solo perchè il sangue l’ha già bevuto tutto lui, il conte Vlad III, meglio conosciuto come conte Dracula, la cui tomba pare sia custodita presso il complesso di Santa Maria la Nova, nel centro antico di Napoli.
Per visitarla, quindi, sarà possibile partecipare ad un tour organizzato il cui appuntamento con tutti i partecipanti sarà alle ore 17,30 in piazza Santa Maria la Nova, poiché la visita comincerà alle ore 18,00 acquistando un biglietto di € 12,00 (n cui sarà incluso il biglietto d’inresso per il complesso museale).
Non dimenticate di portare con voi un po’ d’aglio, non si sa mai.

Gli eventi a Napoli previsti per questa settimana sono finiti, appuntamento per il mese di maggio con “Cosa fare a Napoli”!

Tradizione e cucina napoletana in mostra a Napoli

“Magna”

Mostra agroalimentare napoletana!

 

Com’è ben noto, la cucina napoletana è una delle più conosciute e apprezzate al mondo, poiché patria non solo di pietanze tipiche come la pizza, le sfogliatelle, il ragù di carne, ma anche per la produzione interna di alimenti fondamentali in tutte le cucine del mondo: si spazia dalla gustosa mozzarella di bufala, ai saporitissimi pomodorini “del piennolo” (coltivati sulle pendici del vesuvio), fino al Limoncello, realizzato con i migliori limoni della costiera sorrentina.
Proprio per osannare quella che è una delle maggiori ricchezze della città di Napoli, il cibo, è stato fortemente voluto, direttamente dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo,
l’evento “Magna – Mostra Agroalimentare Napoletana” organizzato non a caso in concomitanza con l’ Expo di Milano 2015.

La mostra, rigorosamente interattiva, ha come tema principale l’agricoltura,la gastronomia e la cucina napoletana, ed affronterà l’argomento a pieno e nello specifico, ossia analizzando l’aspetto scientifico, storico e sociale del cibo, attraverso un viaggio che guiderà lo spettatore lungo tutte le tappe sostanziali che un prodotto compie: dalla terra dunque, fino alla cucina, per poi arrivare alla degustazione.

“Magna” è una mostra che permetterà di sfruttare a pieno i cinque sensi: sentire i profumi della cucina, guardare i colori dei cibi e assaporarne il gusto inebriante, renderà quest’esperienza piacevole ed imperdibile. Una mostra per tutti, per adulti, per bambini, per gli amanti del cibo e non solo, date le svariate attività a disposizione; l’evento, infatti, sarà articolato in modo tale da fornire un calendaro ricco di incontri di ogni genere: ci saranno conferenze, workshops, laboratori e, ovviamente, esperienze di degustazione di prodotti tipici campani.

Scopri la tradizione culinaria e la cucina napoletana.
Dal 13 ottobre 2015 al 10 gennaio 2016.
Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00 – Eventi dal giovedì alla domenica: ore 20.00 – 24.00.
Complesso di San Domenico Maggiore, vico San Domenico Maggiore, 18 – Napoli.
Prezzo biglietto: € 7 , ridotto € 5.

Per garantire un migliore funzionamento del sito, utilizziamo cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi