Tag: pizza

Food on the spot – Una pizza in piazza a Napoli

Pizza a Napoli
Food on the spot vi porta, per questa puntata del mangiare una pizza a  Napoli, in una delle zone più trafficate e caotiche di Napoli, Corso Umberto, per la precisione Piazza Bovio.
La scelta può sembrare una distonia rispetto alle solite location da relax totale, ma sappiate che ci sono dei giardinetti molto carini, che ospitano spesso impiegati degli uffici lì intorno che scendono per il pranzo, giusto per staccare un pò dal pc.
Parliamo del cuore pulsante di Napoli, una zona che non è il centro storico, ma molto più caotica ed affollata per i tanti negozi ed uffici. Da questo punto della città, chiamato anche Piazza Borsa da quasi tutti i Napoletani, si può raggiungere facilmente il mare, piazza Municipio o via Toledo, ma anche la vivace piazza Garibaldi.

pizza a Napoli

Il food

La pizza ai peperoni, senza ombra di dubbio, si colloca nella mia top ten delle prelibatezze da gustare a Napoli. E come si può trovare da NaNa, store di prodotti tipici del territorio, è un qualcosa di speciale. Nana si trova poco lontanto da piazza Bovio, un dieci minuti di passeggiata per i vivaci vicoli che animano i dintorni di Corso Umberto, chiamato anche il Rettifilo di Napoli. Si tratta di un piccolo negozietto, molto carino, pieno zeppo di prodotti del territorio, delle vere eccellenze campane. Vino, miele, marmellate, pasta, ma anche ortaggi, affollano gli scaffali. Posso tranquillamente affermare che Nana rappresenta un esempio di quello che andrebbe fatto per valorizzare i prodotti della Campania, un vero e proprio store di qualità a Napoli.
Ho scelto una birra chiara, artigianale, devo dire molto gustosa e rinfrescante.

Lo spot

Piazza Bovio ospita la Camera di Commercio di Napoli, che spesso è host di importanti mostre ed eventi. Nel centro della piazza vi è una statua a cavallo di Vittorio Emanuele, Re d’ Italia. In realtà molti Napoletani preferiscono di gran lunga i Borbone, cosa che negli ultimi tempi ha fatto sì che nascesse un vero e proprio movimento Borbonico, un’ espressione dellà di tornare a tempi in cui Napoli ed il suo regno, ovvero quello delle due Sicilie, era molto potente ed indipendente dalla zona padana e nordica con cui poi è stata unificata l’ Italia. I Borbone hanno certamente portato il Regno delle due città e Napoli, il suo fulcro, molto in alto, e in un periodo di grandissima prosperità che ha prodotto delle eccellenze in campo tecnologico e culturale.

Ti sei perso le ultime puntate di Food on the spot? Non preoccuparti! Puoi subito rimediare!

Food on the spot

Pizza patrimonio Unesco

Cucina tradizionale napoletana

Pizza Patrimonio Unesco

Pizza Patrimonio Unesco: proteggiamo il Made in Italy

Pizza patrimonio Unesco

E’ ufficiale: l’Italia candida la pizza patrimonio Unesco.
Napoli: capoluogo della Campania, città del sole e del mare, dell’arte e della cultura, la città dei colori e delle persone vivaci, ma soprattutto la città della pizza. Sì, perché la vera pizza è napoletana, quella nata nel 1889 dal pizzaiolo Raffaele Esposito che per onorare la Regina Margherita di Savoia preparò, appunto, quella che diventò la pizza per eccellenza, la Margherita: pomodoro, mozzarella e basilico uniti in una combinazione perfetta di odori e sapori che ricordano i colori della bandiera italiana.

Dal quel momento in poi la pizza è diventata un peccato di gola per tutti, tanto da oltrepassare i confini locali e nazionali arrivando anche all’estero. È uno dei prodotti gastronomici “made in Italy” più conosciuti al mondo ed è proprio questo il motivo che ha spinto, nel marzo 2015, l’ex ministro Alfonso Pecoraro Scanio con Oscar Farinetti (patron di Eataly), e Franco Manna (presidente di Rossopomodoro) a candidare la pizza patrimonio dell’Unesco, ed entrare dunque nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità.
La candidatura ha riscosso sin da subito un enorme successo, tanto da trovare innumerevoli adesioni alla petizione mondiale lanciata su Change.org, a sostegno della causa: l’arte della pizza come patrimonio Unesco.

La petizione parla di arte, questo perché saper creare da pochi e semplici ingredienti una prelibatezza amata da tutto il mondo non è così facile… ci sono regole e tecniche precise da seguire affinché si possa parlare di una vera pizza. “L’arte della pizza, che ben ci rappresenta nel mondo, è una conoscenza tradizionale e un bene immateriale che merita il riconoscimento da parte dell’Unesco”, questo è uno degli slogan della petizione. Il riconoscimento della #pizzaunesco porterebbe a salvaguardare il made in Italy e l’economia del nostro Paese.
I napoletani e gli italiani sono molto legati alle loro tradizioni, infatti, hanno sposato con molto orgoglio la causa. A quanto pare però, anche il resto del mondo ha riconosciuto la pizza come simbolo identitario dell’ Italia. 850mila circa in tutto le firme raccolte solo 100mila dal Giappone.
Dunque, se anche tu per pizza intendi solo quella napoletana, aderisci alla petizione e diffondi il “verbo” #pizzaUnesco.
Se non ne sei convinto, Napoli ti aspetta e ti darà la prova concreta che la pizza non è solo acqua e farina: è l’arte e l’amore che ci mettono i pizzaioli nel preparala, è tradizione, è cultura, è quindi un bene immateriale che va protetto e riconosciuto come patrimonio culturale dall’Unesco.
Travel Naples ti guida tra le migliori 10 pizzerie di Napoli.

 

Le migliori 10 pizzerie di Napoli

Le  migliori 10 pizzerie di Napoli

e-migliori-dieci-pizzerie-di-Napoli

  • Pizzeria da Michele
  • Via Cesare Sersale 1-3
    Prezzo € €
    Tel. 081.5539204
    www.damichele.net
    Chiuso domenica (maggio e dicembre sempre aperto)
    La pizzeria più celebre di Napoli è senza alcun dubbio Michele: ambiente spartano e tavoli condivisi con estranei sono le caratteristiche principali di questa tempio della pizza. Ed è proprio la condivisione del pranzo con altre persone la particolarità di questa pizzeria, perchè permette di stare a tavola con turisti, viaggiatori di passaggio o semplici amanti della pizza. Michele sforna soltanto pizze margherite o marinare.
  • Pizzeria Starita a Materdei
    Via Materdei, 27
    Prezzo € €
    Tel. 081.5441485
    www.pizzeriastarita.it
    Chiuso domenica a pranzo e lunedì
    In qualsiasi strada di Napoli voi vi troviate, ci sarà sempre un cartello con le indicazioni stradali per Starita a Materdei, una delle pizzerie più celebri al mondo. Le pizze fritte sono quelle più gustose e degne di nota come la fantastica montanara o gli angioletti. Quest’ultimi sono una vera e propria specialità della casa, ovvero ritafli di pasta fritta che Starita ha proposto anche nella versione dolce con una cascata di cioccolata.
  • Pizzeria da Sorbillo

    Prezzo € €
    Via dei Tribunali 32-35
    Tel. 081.446643
    www.sorbillo.it
    Chiuso domenica
    In una delle tante pizzerie della storica via dei Tribunali, sorge anche la casa della pizza del pizzaiolo ormai più celebre della tv: Gino Sorbillo, il quale ha aperto diverse pizzerie anche in giro per l’Italia. La sua pizza è molto grande e l’impasto risulta essere molto leggero. Una pizza particolare è quella col nome di Donna Carolina, ovvero la nonna di Gino, una margherita al filetto con provola e pesto, una specialità della casa. Questa pizzeria presenta anche una sala a parte per gli intolleranti al glutine e pizze particolari per celiaci.
  • Pizzeria 50 kalò di Ciro salvo

    Piazza Sannazzaro 201/B
    Prezzo € € €
    tel:081 19204667
    www.50kalò.it
    Sempre aperti.
    Aperta recentemente nei pressi del lungomare di Napoli, la pizzeria 50 Kalò è figlia della tradizione pizzaiola dei fratelli Salvo, molto rinomati a Portici, nel vesuviano.
    Ambiente moderno e raffinato con pizze sia tradizionali che molto sperimentali. Prodotti di altissima qualità e specificati nel menù.
  • Pizzeria la Masardona

    Via Giulio Cesare Capaccio, 27
    Prezzo € €
    Fb
    tel.081.281057
    Sempre aperto
    La pizza fritta dell’antica pizzeria della Masardona è un’istituzione a Napoli: ottima quella bianca con i cigoli ma altrettanto buona la margherita fritta o con le scarole. La frittura della Masardona è leggera e non appesantisce, da provare anche la frittatina di pasta e panzarotti, specialità della casa. Durante il periodo pasquale, la pizzeria sforna anche tortani e casatielli, piatti tipici della cucina partenopea, fatti in casa.
  • Pizzeria Oliva concettina ai tre santi

    Prezzo € €
    Via Arena alla Sanita 7 bis
    Tel. 081.290037
    www.pizzeriaoliva.it
    Nello storico quartiere Sanità, sorge una delle pizzerie più piccole ma anche più antiche. Ciro Oliva ha soltanto 21 anni ma gestisce questa pizzeria apprezzata da tutti. In giorni affollati come il sabato o la domenica, i pizzaioli verranno in vostro soccorso con piccole chicce fritte come la montanara mignon nei momenti di attesa. Il ripieno fritto con soffritto di chianina è suna specialità proposta recentemente da questa pizzeria.
  • Pizzeria da Di Matteo

    Via dei Tribunale, 94
    Prezzo € €
    Tel.081.455262
    www.pizzeriadimatteo.it
    Chiuso domenica (maggio e novembre sempre aperto)
    Situato nel cuore del centro storico, Di Matteo insegue una tradizione pizzaiola da generazioni, adesso il figlio Salvatore porta avanti un impasto molto sottile e di breve lievitazione in modo da risultare molto leggera. La frittura è consigliatissima.
  • Pizzeria Pellone
    Prezzo € €
    Via Nazionale, 92
    tel. 081.5538614
    Chiuso domenica
    Tra le pizze più famose di Napoli, ricordiamo quella di Pellone, una di quelle più grandi e gustose, denominata proprio “pellonata”. I tre fratelli che gestiscono questa pizzeria sono celebri per sfornare pizze che strabordano dal piatto ma allo stesso tempo davvero leggere. Piatto speciale è il calzone fritto con la ricotta e i cicoli.
  • Pizzeria Trianon

    Via Pietro Colletta, 44/46
    Prezzo € €
    Tel 081 553 9426
    www.pizzeriatrianon.it
    Sempre aperti
    Fondata del 1930, è uno dei tempi della pizza più antichi e rinomati nel mondo. La pizza margherita del Trianon è un trionfo di sapori: prodotti Dop ed olio extravergine naturale di provenienza campana sono le caratteristiche principali di questa pizzeria, diventata ormai un luogo di ritrovo anche per gli artisti partenopei e non, data la vicinanza con vari teatri. La specialità della casa è la Pizza GranTrianon, otto gusti diversi per palati sopraffini.
  • Pizzeria la Notizia

    Via Caravaggio, 5-55
    Prezzo € € €
    Tel 081.7142155
    Via Caravaggio 94/aChiuso a pranzo e lunedì
    Questa pizzeria sorge nel quartiere collinare del Vomero e vanta una visita anche soltanto per i prodotti Dop utilizzati. Il proprietario arriverà subito al vostro tavolo per spiegarvi il gusto e le proprietà del morbido impasto che caratterizza la sua pizza.

Per garantire un migliore funzionamento del sito, utilizziamo cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi