Parco Archeologico del Pausylipon

Parco Archeologico del Pausylipon

Parco Archeologico del Pausylipon:Viaggio alla scoperta delle ville romane della collina di Posillipo

Oggi Travel Naples vi porta in una Napoli di epoca romana che in pochi conoscono: il parco archeologico del Pausylipon.

Il quartiere di Posillipo fu costruito dagli antichi romani per edificare le loro residenze estive: panorami mozzafiato, boschi ed un mare cristallino dove poter allietare le giornate. La collina partenopea ancora oggi è definita come uno dei luoghi più affascinanti e signorili della città, con residenze nobiliare, palazzi di epoca romana e ville a picco sul mare. Dalla discesa di Coroglio è possibile raggiungere il Parco Archeologico del Pausylipon, un sito culturale aperto soltanto dal 2009 ma che conserva una villa di età imperiale risalente al I secolo a.C. Prima di  arrivare al parco è possibile attraversare tutta la collina di Posillipo attraverso la Grotta di Seiano che congiunge Bagnoli con l’area marina protettta della Gaiola. Lungo quasi un chilometro, questo passaggio fu costruito nel I secolo d.C ordinato da Marco Vipsanio Aggrippa per raggiungere la villa imperiale di Publio Vedio Pollione. Il traforo in pietra tufacea originaria della collina di Posillipo è un imponente esempio di architettura ed ingegno romano con ampie aperture che regalano luce ed aria alla grotta. Con i bombardamenti della seconda guerra mondiale, essa fu utilizzata come rifugio dai cittadini di Bagnoli e fu rinvenuta soltanto nel 1841 durante gli scavi di Ferdinando II di Borbone.

Pausilypon

Sia la Villa del Pausylipon che la grotta sono state rese fruibili nel 2009 grazie al lavoro del CSI Gaiola Onlus, organizzando delle visite guidate all’interno dei due siti archeologici.

Entrando dalla grotta di Seiano si arriva in un ambiente in cui ci sono delle abitazioni private sulla sinistra, prima di giungere all’area in cui è presente il Teatro, in origine una struttura con una capacità di 2000 posti. Il Teatro in estate è la location ideale per la rassegna “Suggestioni all’imbrunire”, ovvero spettacoli teatrali e musicali al tramonto sul golfo e sulla Baia dei Trentaremi. Poi c’è un piccolo Odeion proprio dinnanzi al mare che offre una vista meravigliosa. In origine questo edificio era in realtà un ampio spazio in cui si decantavano poesie, retoriche o si organizzavano concerti ed è composto da sei gradini e da una cavea di forma quadrangolare, e da una grande aula, posta al centro della media cavea.

Pausylipon

La Villa di Pollione abitata in origine dal cavaliere romano, è stata per anni anche la residenza imperiale di Cesare Augusto e di numerosi consoli successivamente alla sua morte. E fu proprio l’imperatore Augusto a definire la collina Pausylipon, ovvero che “libera dalle preoccupazioni”, come un’area in cui riposarsi e dedicarsi all’otium. Dell’imponente domus possiamo notare ancora alcune sale per gli ospiti decorate sapientemente da artisti dell’epoca.

Pausylipon

Sia per la posizione che per il panorama mozzafiato che regalava, la villa è stata per anni molto ambita ed è stata una residenza privata fino a dopo la seconda guerra mondiale. Nei pressi di Marechiaro abbiamo l’altra domus costruita da Pollione ovvero il Palazzo degli Spiriti che giace proprio sul dorso della collina ed è a picco sul mare. Dopo aver visitato i resti del Teatro e della Villa del Pausylipon attraverso un sentiero, la guida ci conduce in un piccolo belvedere dove è possibile ammirare i misteriosi isolotti della Gaiola e gli scogli di Virgilio.

Pausylipon

Uno scorcio tra i più belli e nascosti di tutta Napoli, il quale grazie all’associazione del CSI Gaiola Onlus riesce a tornare all’antico splendore e con il verde della vegetazione mediterranea diventa il luogo ideale per una passeggiata domenicale con i più piccoli per riscoprire un pezzo di storia antica. Visitare il Parco Archeologico del Pausylipon significa ripercorrere epoche diverse, un viaggio unico alla riscoperta della bellezza e degli antichi romani che decisero di definire il golfo di Napoli tra i più belli del mondo.

Leggi anche

Itinerario Posillipo

Per garantire un migliore funzionamento del sito, utilizziamo cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi